Martedì, 30 Giugno 2020
Articolo scritto da: Caterina Fanello

Social media marketing ai tempi del COVID-19

Cosa vuol dire essere un social media manager durante una pandemia?

Social media marketing ai tempi del COVID-19

Chi fa il nostro lavoro sa che la parola d’ordine è adattamento: al cambiamento, al mercato, alle tendenze, agli insight… ma ad una pandemia mondiale ci mancava!

Con l’aggravarsi della situazione, tutti i social media manager sono stati costretti a cambiare i piani editoriali studiati in precedenza, in linea con gli obiettivi aziendali prefissati ed inevitabilmente saltati… per causa di forza maggiore!

Perché, come abbiamo sottolineato più volte: il marketing digitale è un’attività di gran lunga più impegnativa che pubblicare una foto sui social! E questo periodo di crisi l’ha dimostrato!

Molti imprenditori, proprio in questo momento, si sono resi conto dell’importanza dei social media nella vita quotidiana delle persone, anche in funzione del fatto che in quarantena abbiamo usato i mezzi di comunicazione ed informazione con più frequenza.

I social hanno adattato le loro strategie immediatamente: ad esempio Instagram ha attivato la funzionalità "Stay at Home" nelle stories oppure Facebbok ha aggiunto la reaction dell’abbraccio; per non parlare della popolarità dell’ #iorestoacasa 

Ma come le aziende hanno invece adattato le strategie di comunicazione?

Ma come si comunica in un momento di crisi ed in cui non si fa altro che parlare di un virus?

Come è possibile avvicinarsi alle persone in un momento di malessere collettivo?

Dal punto di vista tecnico, forse vi stupiremo se diciamo che anche in momenti di crisi valgono le classiche regole che costituiscono l’ABC della strategia comunicativa:

  • A come Attenzione: non fatevi ingannare dai santoni del web che offrono servizi standard oppure economici. Ogni azienda ed ogni territorio ha specificità e soprattutto criticità da non sottovalutare e da analizzare in modo approfondito.
  • B come Bisogni: ogni momento storico espone le persone a specifici bisogni ed ogni diverso prodotto/servizio offerto risponde a precisi bisogni (latenti e/o espressi).
  • C come Coerenza, con i valori e gli obiettivi aziendali nonché con la strategia di marketing integrato. Alla base vi sono sempre la vision e la mission.

Chiaramente in momenti di crisi è necessario essere empatici e comprendere le ansie e le paure, quindi adattare anche il tone of voice, senza però stravolgerlo, poiché la community avrà anche bisogno di continuare ad identificarsi col nostro brand. 

(Escluso il caso in cui ti chiami Corona ed allora la crisi è molto più difficile da affrontare: clicca qui se vuoi leggere qualche curiosità sul Caso Corona ai tempi del coronavirus e come questa ha affrontato la crisi).

Non esistono miracoli sui social: esiste però la possibilità di comunicare in modo funzionale. L’importante è non improvvisare quindi farsi consigliare da esperti poiché altrimenti gli effetti sulla reputazione aziendale sono devastanti, nel lungo periodo.

Abbiamo creato dei pacchetti specifici per i mesi di luglio, agosto e settembre ad un prezzo speciale: se vuoi avere info senza impegno contattaci

Richiedi un contatto

cfweb - comunicazione funzionale

Comunicazione Funzionale sul web.
Attenti alle innovazioni, proponiamo soluzioni creative capaci di adattarsi al flusso mediatico in continua evoluzione.

Copyright © 2008 cfweb - Comunicazione Funzionale. Agenzia di Comunicazione. Tutti i diritti riservati.
Via dei Gelsi, 2 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria - Italia
P.iva 02970320798 - Tel. +39 0968 35 57 03 | Cell. +39 391 75 93 276

Francesco Cortese / Giuseppe Montesanti


Cookie policy | Privacy policy
design: cfweb