Lunedì, 19 Aprile 2010

XAuth è la risposta allo strapotere di Facebook

XAuth è forse la risposta finale, ciò che attende ogni webmaster e lettore di siti web o blog. XAuth vuole essere una risposta ai vari pulsanti sociali di login o social toolbar, fornendo all’utente ciò di cui ha realmente bisogno.

Il Social Web ha fatto emergere una nuova tipologia di login nei siti web, possiamo inserire le nostre credenziali Facebook o Twitter all’interno di un portale o blog senza che il sito web o blog venga a conoscenza di tali dati. La “magia” si chama API. Il sito web che vuole offrire ai propri utenti la possibilità di login tramite Facebook o Twitter si deve interfacciare alle loro API, facendo cosi’ il lettore non avrà da effettuare alcuna registrazione, basterà inserire il proprio username e login.

Il Social Web ha fatto emergere un ulteriore novità nei siti web, la presenza di toolbar, molte delle quali sono tutto fuorchè interessanti poichè rallentano il caricamento della pagina web, non fornendo inoltre l’accesso ai servizi sociali di cui si è in cerca.

La risposta è XAuth, una nuova “coalizione” capitanata da Meebo e a cui partecipano “Big Illustri”, tra i tanti ricordiamo Microsoft, Yahoo, MySpace e Disqus. XAuth o per meglio dire Extended Authentication non vuole costituire un singolo login quanto invece una soluzione ottimale per l’utente, fornire i soli link a cui può essere interessato.

xAuth – La situazione

Screenshot-xAuthXauth vuole essere un nuovo elemento dell’online sharing, diventando Standard. E’ risaputo che una semplice integrazione di Facebook Connect in un sito web è limitata ai soli utenti Facebook. Le persone non utilizzano solo Facebook, esistono Google, MySpace e tantissimi altri Social Network. XAuth vuole fornire rilevanza e, ipotizzando d’avere effettuato già il login in Google e MySpace, potrebbe apparire un popup simile a quello in basso che è rilevante alla nostra navigazione web.

xAuth – La Realtà

Mancano all’appello Facebook e Twitter. xAuth parla di facilità nel sharing ma omette l’uso di servizi come AddThis o ShareThis. Talvolta l’uso di servizi AddThis, Javascript e il caricamento del servizio stesso in un iframe potrebbe essere una soluzione al dilagare dei pulsanti sociali e toolbar…

Per maggiori info: http://xauth.org/

Fonte da italiasw.com - Scritto da Francesco

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

cfweb - comunicazione funzionale

Comunicazione Funzionale sul web.
Attenti alle innovazioni, proponiamo soluzioni creative capaci di adattarsi al flusso mediatico in continua evoluzione.

Copyright © 2019 cfweb - Comunicazione Funzionale. Agenzia di Comunicazione. Tutti i diritti riservati.
Via dei Gelsi, 2 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria - Italia
P.iva 02970320798 - Tel. +39 391 75 93 276

Francesco Cortese / Giuseppe Montesanti


Cookie policy | Privacy policy
design: cfweb