Sabato, 28 Marzo 2009

Sicurezza, mai usare la stessa password per più siti

Secondo uno studio di Sophos pochissimi sono consapevoli dei rischi connessi. Bisogna usare una password diversa per ogni sito web a cui si accede. Sarà più difficile tenerle tutte a mente, ma si eviteranno sgradevoli e percolose intrusioni da parte di terzi. Lo consiglia Sophos, società specializzata nel settore della sicurezza informatica, a seguito di un recente studio che ha evidenziato l'uso della stessa password di accesso per più di un terzo degli utenti. Nonostante ripetuti attacchi informatici in cui gli hacker sono riusciti a decifrare le password, violando account di posta elettronica sul web e siti di social networking, molti utenti continuano a sottovalutare l’importanza di scegliere password complesse. Alla domanda se usassero la stessa password per più di un sito web, i partecipanti allo studio hanno risposto affermativamente nel 33% dei casi, mai nel 19% e solo alcune volte nel 48%

"È preoccupante che pochissimi utenti sembrino aver acquisito consapevolezza dei rischi connessi all’utilizzo di password identiche e facili da decifrare per ogni sito che visitano - ha dichiarato Walter Narisoni, Sales Engineer Manager di Sophos Italia -. A causa della crescente popolarità dei social network e di altri siti Internet, gli hacker hanno l’imbarazzo della scelta tra i bersagli da colpire e, usando la stessa password di accesso a Facebook, Amazon e ai conti bancari online, gli utenti facilitano loro la vita. Una volta decifrata, è solo una questione di tempo prima che i truffatori riescano ad accedere ad altri account e a mettere le mani su informazioni riservate per sfruttarle poi a fini di lucro".

Inoltre, Sophos suggerisce agli utenti di non utilizzare come password parole tratte da un dizionario, perché anche se sono più facili da ricordare, vengono individuate abbastanza facilmente dagi criminali informatici. Lo stesso vale per parole comuni come "amministratore" o "1234", perché sono le prime opzioni ad essere verificate dagli hacker. Per esempio, il worm Conficker usa elenchi di 200 password comuni per tentare di accedere ad altri computer in rete. Per memorizzare le password esistono alcuni validi sistemi di crittografia che consentono di nasconderle e di accedervi solo con la password principale che, naturalemente, dovrà essere molto complessa.

Per ulteriori informazioni, tra cui un video e un podcast che offrono consigli su come scegliere password sicure, visitare il sito.

Fonte da Pcworld.it - Scritto da Francesca Papapietro

 

cfweb - comunicazione funzionale

Comunicazione Funzionale sul web.
Attenti alle innovazioni, proponiamo soluzioni creative capaci di adattarsi al flusso mediatico in continua evoluzione.

Copyright © 2008 cfweb - Comunicazione Funzionale. Agenzia di Comunicazione. Tutti i diritti riservati.
Via dei Gelsi, 2 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria - Italia
P.iva 02970320798 - Tel. +39 0968 35 57 03 | Cell. +39 391 75 93 276

Francesco Cortese / Giuseppe Montesanti


Cookie policy | Privacy policy
design: cfweb