Lunedì, 01 Febbraio 2010

La rivoluzione iPad arriva a fine marzo

Apple annuncia l'iPad: rivoluzione dei contenuti digitali, libri, riviste, applicazioni sofisticate, su un nuovo hardare con processore Apple e memoria fino a 64 GB e schermo da 9,7 pollici, ma compatibilità con tutta la libreria di programmi iPhone e iPod touch. In vendita da fine marzo in versione Wifi a partire da 499$. Da fine aprile in alcuni paesi versione per rete cellulare.

ipad-appleUn grande iPod touch o iPhone se preferite, più potente, più veloce, con una nuova interfaccia e un target di mercato molto più vasto e pronto a rivoluzionare il sistema della mobilità e del sapere in digitale, che introduce una nuova sezione di iTunes store tutta dedicato ai libri elettronici. E in vendita da fine marzo tutto il mondo.

Ecco che cos'è iPad, questo il nome che di fatto è una conferma, del tablet che ha fatto la sua messianica apparizione questa sera allo Yerba Buona di San Francisco.

Le novità del dispositivo sono non troppe rispetto a quanto già era nella conoscenza di tutti, ma visto che erano altissime non ci si può certo lamentare di quel che si è visto. Anzi, l'impressione è di essere di fronte ad un prodotto davvero capace, come si sospettava, di cambiare il sistema di di fruizione dei contenuti in mobilità.
iPad, come atteso, è una evoluzione di iPod touch e iPhone che punta a digitalizzare e a mettere in borsa (non in tasca, lo schermo è da 9,6,pollici) tutto quanto è digitalizzabile mantenendo nel contempo la compatibilità con tutto quello che di buono e di importante già c'è nella piattaforma tascabile. Dalle App, alla facilità di utilizzo, da uno store con interfaccia semplice ed accattivante per finire con un hardware proprietario e strettamente connesso con iTunes.

Cominciamo da questo ultimo aspetto. Apple ha reso compatibili attraverso un sistema particolare, tutte le applicazioni oggi in vendita sul negozio on line. Centinaia di migliaia di programmi che possono girare sia in risoluzione originale, in una sorta di finestra invisibile, che in formato "esteso" ad occupare l'intero schermo premendo un semplice bottone. Ma sarà anche possibile creare applicazioni che sfrutteranno le particolari caratteristiche hardware dell'iPad che include il supporto a gestures di "nuova generazione". La dimostrazione si è avuta nel corso dell'evento stesso con alcuni sviluppatori (come Gameloft ed EA) che hanno presentato versioni ad hoc dei loro blockbusters Nova e Need For Speed.ipad-apple-2

La prospettiva di applicazioni sviluppate ad hoc per iPad pare essere coltivata in maniera molto seria da Apple che ha cominciato essa stessa per prima a calcare questa strada, presentando iWork, quella che potremmo definire la prima (e probabilmente non l'ultima) applicazione da ufficio per iPad. La suite è stata completamente riscritta per rispondere alla particolarità dell'interfaccia e all'assenza, ovvia, della tastiera fisica (sostituita da una tastiera virtuale molto simile per grafica alle tipiche tastiere Apple), e alla predominanza del touch come sistema per controllare il sistema operativo (ovviamente iPhone Os).

Apple realizzerà una sezione indipendente dello store tutta dedicata ad iPad. Un tentativo di distinguere il "consumer" di iPhone e iPod touch, dal "semi-pro" di iPad e probabilmente anche di proteggere i prezzi, uno dei fattori di sofferenza per la fascia professionale degli sviluppatori che faticano a farsi luce tra decine di migliaia di programmi gratuiti.

In iPad non mancano tutte le applicazioni che ci aspetteremmo di trovare su un iPhone o un Mac. Dal browser Internet (che riproduce fedelmente tutte le pagine Web) a Mail (il programma per la posta ha una concezione piuttosto differente da quella cui siamo abituati a vedere) una sorta di iPhoto, iTunes, la rubrica indirizzi (anche questi due questi programmi hanno una interfaccia ridisegnata). Apple ha anche sottolineato di avere predisposto una estensione del programma di sviluppo per iPhone, realizzato ad hoc per il dispositivo.

ipad-apple-3A proposito di sistema operativo. Come accennato si tratta di un nuova versione di iPhone Os che propone sostanzialmente la vecchia interfaccia anche se dalle immagini che abbiamo visto dallo Yerba Buena non mancano alcune varianti. Ad esempio dietro ai tasti delle applicazioni si intravede una sorta di scrivania, segno che qualche cosa di differente l'Os ce l'ha.

iPad ha ovviamente una "predilezione", come si sapeva, per i giornali (si è avuta una dimostrazione di una applicazioni molto sofisticata del New York Times) e per i libri. Apple aprirà, anzi, una sezione tutta dedicata agli eBook in iTunes Store; molto sofisticata l'applicazione che sfrutta l'interfaccia touch e il motore grafico. Un colpo davvero difficile da parare per il Kindle, visto anche l'hardware a disposizione.

L'iPad ha un processore proprietario Apple (A4) da 1 GHz, probabilmente basato su Cortex A9, schermo capacitivo da 9,7 pollici con multitouch, microfono e altoparlante, accelerometro, bussola, batteria da 10 ore (un mese in stand-by), tre tagli di memoria flash, 16, 32 e 64 GB. Due le varianti: modello con connessione solo Wifi (n) e modello con connessione in rete cellulare GSM/HSDPA con schede Micro-Sim. Nessun tipo di blocco operatore, quindi funziona con le reti e le schede di qualunque operatore mobile. I prezzi 499, 599 e 699 dollari per il modello con solo Wifi, a seconda dei tagli di Flash. 130 dollari in più per i modelli con connessione cellulare.

iPad sarà disponibile tra 60 giorni in versione Wifi e tra 90 giorni in versione con connessione cellulare "in paesi selezionati". Apple, dopo avere siglato un patto con At&T per gli Usa, inizia a trattare "da domani", secondo Jobs, per portare iPad in vari paesi del mondo stipulando contratti particolari con operatori interessati al dispositivo e ad offrire prezzi speciali per la connessione dati. Apple spera di poter avere buone notizie per giugno o luglio quando iPad sarà disponibile in tutto il mondo in versione per rete cellulare.

Fonte da macitynet.it - Scritto da Fabrizio Frattini

cfweb - comunicazione funzionale

Comunicazione Funzionale sul web.
Attenti alle innovazioni, proponiamo soluzioni creative capaci di adattarsi al flusso mediatico in continua evoluzione.

Copyright © 2008 cfweb - Comunicazione Funzionale. Agenzia di Comunicazione. Tutti i diritti riservati.
Via dei Gelsi, 2 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria - Italia
P.iva 02970320798 - Tel. +39 0968 35 57 03 | Cell. +39 391 75 93 276

Francesco Cortese / Giuseppe Montesanti


Cookie policy | Privacy policy
design: cfweb