Naviga tra le categorie del blog:

Giovedì, 27 Agosto 2009

Caro-libri. è l'ora del fai da te: tante idee per risparmiare, guida alla sopravvivenza attiva

Aumenti spesso ingiustificati e "tetti" ministeriali saltati. C'è chi li autoproduce, chi li baratta, chi li cerca su Internet, chi si organizza in Gas.

In tempi di crisi economica risparmiare qualche soldino diventa ancor più importante del passato. Anche perché, in molte città, sono saltati i tetti previsti dal ministero della Pubblica istuzione. E così, con la nuova stagione scolastica alle porte, ci si ingegna più del passato per evitare di comprare i testi a prezzi pieni. Insomma, contro il caro-libri è boom del fai da te. L'esperimento più interessante, arriva da Brindisi, dove l'Istituto tecnico industriale Majorana ha inaugurato "Book in progress", un'iniziativa che prevede la produzione e la stampa di alcuni testi all'interno della scuola. Questa esperienza autarchica, secondo gli organizzatori, è in grado di garantire alle famiglie un risparmio di circa duecento euro a figlio. Consegnati gratuitamente agli alunni delle prime classi in sostituzione di quelli delle case editrici, i libri scritti dai docenti stessi, riguardano la matematica, la chimica, il diritto, l'italiano, la storia e la geografia. Non solo: oltre al vantaggio economico, questa iniziativa consente di realizzare testi sempre aggiornati e anche personalizzati (sia per il recupero che per l'approfondimento delle materie).

A Roma c'è chi si è organizzato in un Gas
A Roma, poi, c'è una truppa di genitori che si è organizzata in un gruppo d'acquisto solidale di libri scolastici (gas). Comprano collettivamente direttamente dagli editori, saltando così la distribuzione e il negoziante, e soprattutto risparmiando. Una modalità d'acquisto finora diffusa soprattutto per i prodotti ortofrutticoli, ma che mai era stata sperimentata in questo campo. "Se ci fosse meno individualismo, anche il problema dei libri di testo troverebbe soluzioni improntate alla solidarietà e alla condivisione" dicono.

A Vicenza il mercatino del baratto
C'è poi chi si ingegna sempre più per non tirare fuori neanche uno spiccio, cercando di scambiarse semplicemente i libri. E' il caso del mercatino "Il Baratto" a Vicenza, organizzato dall'Associazione Studenti Vicenza, dove da fine agosto a settembre in via Quadri avviene sia lo scambio di testi, sia la compravendita. Un mercatino analogo lo stanno organizzando anche alcuni genitori nel XVI Municipio di Roma (Portuense).

Ma si possono scambiare anche su internet
Sono anche loro un luogo dove scambiare, comprare e vendere libri, i siti internet Testiusati, Libridea, Barattolibri. E qualche testo scolastico può essere trovato anche cercando bene su alcuni siti di swapping come Zerorelativo e SueSu.

Fioriscono i mercatini dell'usato
Ma non finisce qui. Perché ci sono anche i classici mercatini dell'usato, che con l'introduzione del divieto per i professori di cambiare i libri di testo prima di 5 anni imposto dall'ex ministero dell'Istruzione pubblica, stanno fiorendo ulteriormente. In quelli di Lucca (via Castracani), Santa Margherita (via Marginone) e Capannori, ad esempio, sono già stati venduti più di 15 mila volumi. "Si tratta di cifre destinate a crescere, considerando che mancano ancora alcune settimane all'avvio dell'anno scolastico, e che a partire dal 31 agosto inizierà l'attività anche nelle sedi di Viareggio (sedi Arci e Caracol) e di Barga (presso l'Informagiovani)" fanno sapere dal "Comitato studenti per i diritti allo studio 2008". Organizzati con la collaborazione di comuni, Provincia di Lucca, Arci e associazione Caracol, sono tutti strutturati in rete: ognuno condivide la struttura, il catalogo dei libri e i principi di base, ma ogni punto vendita ha una propria indipendenza, sia dal punto di vista gestionale che operativo. Qui i testi sono venduti a un prezzo che varia dal 40% al 60% di quello di listino. Il catalogo dei libri e ulteriori informazioni sono consultabili sul sito http://www.mercatinolibri.org/.

Fonte da ilsalvagente.it - Scritto da Davide Sfragano

Comunicazione Funzionale sul web.
Attenti alle innovazioni, proponiamo soluzioni creative capaci di adattarsi al flusso mediatico in continua evoluzione.

Copyright © 2018 cfweb - Comunicazione Funzionale. Tutti i diritti riservati.
Via dei Gelsi, 2 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria - Italia
P.iva 02970320798 - Tel. +39 391 75 93 276



Cookie policy | Privacy policy
design: cfweb