Naviga tra le categorie del blog:

Giovedì, 26 Marzo 2009

Allarme sicurezza: tutti all’erta per il primo aprile

Con l’avvicinarsi del primo aprile si moltiplicano gli avvertimenti degli esperti di sicurezza: potrebbe essere in arrivo una nuova variante del famigerato worm Conficker.

La giornata del tradizionale “pesce d’aprile” potrebbe essere l’occasione per un nuovo attacco del worm Conflcker, ora nella sua terza variante.

Sembra infatti che siano ancora moltissimi i Pc sui quali non è stata installata la patch Microsoft MS08-067, che elimina la vulnerabilità sfruttata da Confiker.C.

La nuova variante, secondo quanto riportato dagli esperti di CA, potrebbe riattivarsi il primo aprile, generando una lista di 50.000 domini ai quali tenterà di collegarsi per scaricare altre copie del worm. L’attacco potrebbe inoltre ripetersi nei giorni successivi, in particolare il 2 e il 6 aprile.

Conficker.C non si limiterà a collegarsi ad altri sistemi: nel Pc colpito, infatti, sarà in grado di bloccare l’accesso ai più noti siti Web che si occupano di sicurezza informatica, come quelli di produttori di programmi antivirus o quello in cui Microsoft rilascia gli aggiornamenti del sistema.

I “punti di ripristino” del sistema verranno inoltre cancellati, per impedire agli utenti di riportare il proprio computer allo stato precedente l’infezione.

Conficker, nelle sue varianti, è un worm molto pericoloso, non tanto per gli effetti sul sistema quanto per la sua capacità di diffondersi rapidamente. Sarebbero infatti oltre dieci milioni i computer colpiti da questo malware, nelle sue diverse varianti.

Un virus talmente pericoloso da aver spinto Microsoft ad offrire una ricompensa di ben 250.000 dollari a chi fornirà indicazioni utili a identificare l’autore del virus.

Mettersi al riparo da qualsiasi rischio di contagio è però piuttosto semplice: chi non l’avesse ancora fatto, dovrà semplicemente installare la patch di sicurezza rilasciata da Microsoft lo scorso ottobre, e possibilmente aggiornare il proprio programma antivirus.

La patch può essere scaricata liberamente dal sito Internet di Microsoft, dal quale è anche possibile ottenere gratuitamente il programma Malicious Software Removal Tool, in grado rimuovere il worm da un sistema infettato.

Fonte da Computermagazine.it - Scritto da Fabio Bossi

 

Comunicazione Funzionale sul web.
Attenti alle innovazioni, proponiamo soluzioni creative capaci di adattarsi al flusso mediatico in continua evoluzione.

Copyright © 2018 cfweb - Comunicazione Funzionale. Tutti i diritti riservati.
Via dei Gelsi, 2 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria - Italia
P.iva 02970320798 - Tel. +39 391 75 93 276



Cookie policy | Privacy policy
design: cfweb